Istituto Comprensivo Via San Biagio Platani Roma Via S. Biagio Platani 260 - 00133 Roma
Tel 062008260 - Email: rmic8e800g@istruzione.it - Pec: rmic8e800g@pec.istruzione.it - C.M. RMIC8E800G - C.F. 97713350581 - C.U.F.E.: UFHQB6

PATTO FORMATIVO

Il patto formativo è uno strumento finalizzato a:

  • creare un clima comunicativo efficace ed efficiente;
  • tendere al raggiungimento degli obiettivi prefissati nel processo educativo;
  • rendere espliciti i comportamenti che insegnanti, genitori ed alunni si impegnano a concretizzare in ambito scolastico, chiarendo ruoli, compiti e funzioni.

Il patto formativo regola l’attività didattica, quindi i processi di insegnamento-apprendimento, tramite un realistico progetto educativo, reso chiaro e condiviso.

I DOCENTI della scuola si impegnano a:

  • Favorire il clima di fiducia necessario al benessere psico-fisico dei bambini, alla crescita della persona, all’ apprendimento.
  • Promuovere atteggiamenti e comportamenti per sostenere una buona convivenza civile, l’educazione alla responsabilità, all’impegno e al pensiero critico.
  • Guidare gli alunni nei diversi processi formativi, fornendo loro idonei strumenti.
  • Formulare programmi di insegnamento e realizzare percorsi che forniscano agli alunni le abilità di base delle discipline e del metodo di studio.
  • Mettere in atto interventi possibili per affrontare le difficoltà degli alunni, per sviluppare le loro potenzialità, pianificando attività utili allo sviluppo degli apprendimenti , con le risorse a disposizione.
  • Tenere informate le famiglie sull’andamento scolastico dei bambini, sul comportamento e sulle relative valutazioni.

LE FAMIGLIE degli alunni si impegnano a:

  • Rispettare il ruolo educativo del docente , le metodologie e strategie di insegnamento.
  • Rispettare tutto il personale operante nella scuola.
  • Comunicare, agli insegnanti, le informazioni utili per una buona riuscita del lavoro scolastico e della relazione educativa.
  • Collaborare, con la scuola, nel sostenere la validità delle regole di convivenza civile, per favorire l’assunzione di impegno e responsabilità degli alunni.
  • Partecipare a riunioni , colloqui , incontri previsti dall’organizzazione scolastica.
  • Sostenere i bambini nell’organizzare gli impegni scolastici.
  • Prendere puntualmente visione delle comunicazioni inviate dalla scuola, apponendo la firma.
  • Rispettare gli orari di entrata ed uscita della scuola di pertinenza.

GLI ALUNNI si impegnano a/ad:

  • Essere educati e rispettosi nei confronti dei compagni e di tutto il personale della scuola, per contribuire alla costruzione di un ambiente scolastico attivo, propositivo e disteso.
  • Accogliere, accettare ed aiutare i compagni , per crescere coltivando i valori di integrazione e di solidarietà.
  • Ascoltare le spiegazioni ed i consigli degli insegnanti, per affrontare le attività scolastiche con impegno, responsabilità e cura.
  • Seguire le norme ed i tempi che regolano la vita scolastica, per coltivare atteggiamenti di convivenza civile.
  • Avere cura delle proprie ed altrui cose, di ambienti , arredi e materiali scolastici, per sentirsi parte attiva e responsabilizzata della comunità-scuola.

Pubblicata il 26 settembre 2016